Vendere su Instagram. È possibile?

Vendere su Instagram è possibile o meglio, conviene? Vuoi una risposta? Te la do io – la risposta – e molto probabilmente la conosci già, si.

Instagram da un po’ di tempo a questa parte sta diventando sempre più una piattaforma di marketing, tramite il quale le aziende ed i freelance possono vendere i suoi prodotti.

Fino a poco tempo fa era possibile vendere su Instagram inserendo il tag shopping nella foto dove era raffigurato il prodotto così da rimandare l’utente alla pagina di vendita del prodotto stesso.

Da poco invece il canale ha lanciato Instagram Checkout grazie al quale è possibile vendere su Instagram senza lasciare la piattaforma, cosa al momento disponibile in test per alcuni marchi statunitensi come Adidas, Anastasia Beverly Hills, Balmain, Burberry, ColourPop, Dior, Huda Beauty, H&M, Kith, KKW Beauty, Kylie Cosmetics, MAC Cosmetics, Michael Kors, Mr. Porter, NARS, Net-a-Porter, Nike, NYX Cosmetics, Oscar de la Renta, Outdoor Voices, Ouai Hair, Prada, Revolve, Uniqlo, Warby Parker e Zara, Instagram si prenderà un percentuale sulla vendita che al momento non so a quanto ammonti.

Vendere su Instagram

 

Vendere su Instagram – Gli strumenti

Oltre alle possibilità che Instagram ci da, possiamo utilizzare anche gli altri strumenti che ci mette a disposizione.

Stories. Grazie alle Instagram Stories possiamo invitare i nostri follower ad acquistare i nostri prodotti o servizi semplicemente utilizzando la funzione swipe-up che Instagram ci mette a disposizione dopo aver raggiunto i 10k follower.

Link in bio. Un altro strumento che Instagram ci mette a disposizione è il #LINKINBIO. Grazie a questo strumento possiamo inserire un link che porta al nostro e-commerce o pagina di vendita.

Ci sono inoltre dei servizi che ci permettono di inserire più link nelle bio uno di questi è linktree.

Instagram Ads. Le ads sono uno strumento che da poco sono approdate su Instagram ed in particolare sulle storie. Grazie alle ads possiamo creare delle campagne che ci permettono di portare utenti sul nostro e-commerce o pagina di vendita. L’obiettivo di queste campagne è la conversione.

Come detto le ads sono approdate anche sulle storie il mio consiglio è quello di utilizzare un formato diverso per tipo di contenuto, un 3:4 o 1:1 per il feed e 9:16 per le storie.

Post. Come detto all’inizio di questo articolo Instagram ci mette a disposizione due strumenti Instagram Shopping ed Instagram Checkout – disponibile al momento solo negli Stati Uniti – che ci danno la possibilità di inserire un tag all’interno della foto che porta all’acquisto del prodotto.

Conclusioni

Instagram si sta evolvendo sempre più in una piattaforma di marketing avvicinandosi così a brand e freelance che vendono sul web e che possono realizzare strategie di marketing partendo da un elemento fondamentale: il tipo di pubblico che si trova sulla piattaforma.

Share on facebook
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram